Stagione di vacanze, viaggi in mare, serate nel paese … stiamo tutti aspettando un riposo ben acceso che molti hanno a luglio. Ma se questo mese era altrettanto facile ai vecchi tempi? Raccontiamo come i nostri antenati lo hanno sperimentato.

Tutti soffrono!

“Baba ballerebbe, sì, la corona dell’estate è arrivata!” – Il mio detto preferito su luglio. C’è anche una versione maschile: “Ho abbattuto un fieno (uno dei vecchi nomi di luglio) con un uomo di arroganza di un uomo, che una volta è una stufa per andare alla stufa”.

In generale, luglio è un mese difficile. Questo è i nostri cittadini moderni, la stagione delle vacanze e ai vecchi tempi e ora nei villaggi, il tempo della sofferenza di luglio. Cioè, raccolto e duro lavoro. A proposito, era dalla parola “sofferenza” che il verbo “soffriva” sorse. Nel vecchio russo – “prova”, “raggiungi”.

I nostri antenati hanno trascorso interi giorni in giardino e sul campo: falciati, posti, raccolti raccolti ed erbe sono arrivate in tempo. A luglio, le “donne anziane”, impegnate nella guarigione, hanno raccolto la “grande rugiada” per eliminare quest’acqua dal “premio a tempo pieno”, cioè il malvagio occhio e il danno.

L’unico giorno di luglio, quando tutto il lavoro è stato sospeso, è ilyin. Era vietato lavorare per fornire omaggio al Ily-Profet e non sconfiggere il Master di Rain and Thunder, che ti parlerò del mese successivo, poiché nel moderno calendario della chiesa il giorno della sua venerazione è ad agosto.

C’è stato un importante festival rituale a luglio, associato alla prima collezione di raccolti, – Clutch. La gente è andata sul campo e si è rivolta a Dio con canzoni compassionevoli, parlando del loro duro lavoro e ha ringraziato la madre – il formaggio per il raccolto. La tradizione della frizione è stata disegnata dal paganesimo.

Come luglio è stato chiamato in antichità?

  • Senorizzatore
  • CHERVEN
  • Roseti
  • Groznik
  • Detto
  • La corona dell’estate
  • Mensilmente di ottenere

Luglio Moroka? Folk toloka!

In un tempo difficile di luglio, Toloka ha salvato: aiuto con tutto il mondo, quando tutti si sono radunati per un ottimo lavoro – e parenti e vicini si sono radunati. RAPGGING (Fai un taglio per una nuova casa e solleva una casa di tronchi), Dungarità (elimina un letame sul campo), cavolo (prepara i sauerkraut per l’inverno) – tutti questi grandi affari hanno unito la comunità del villaggio.

Da bambino, ho trovato questa usanza: la nonna e il nonno hanno sempre aiutato in tali opere sia parenti che vicini. Toloka è stata anche organizzata per aiutare vedove, orfani e contadini impersonali. Lo ha volontariamente e gratuitamente. Siamo andati a Toloku come vacanza, e poi organizzammo feste popolari. Sembra un moderno subbotniks, vero?

Bolle e bagno

Ivan Kupala, che cade il 7 luglio: questa vacanza, come nessun altro, riflette il doppio potere intrinseco, il sincretismo inerente al nostro popolo. Chi è Ivan? Perché hai bisogno di nuotare? E salta su falò? Scopriamolo.

Prima che il cristianesimo venisse da noi, i nostri antenati – di solito alla fine di giugno, il giorno del solstizio d’estate – onoravano una divinità pagana di nome Kupalo (Kupala). Il periodo di massimo splendore della natura in questo momento raggiunge il picco e il sole passa un importante punto rotante. E l’immagine di Kupala simboleggiava le forze fertili della terra, l’energia del sole come fonte di vita.

Il nome “Kupala” non è collegato né con l’acqua o il bagno. Al contrario, ha l’energia del fuoco, l’energia solare. Etimologicamente, il nome della divinità risale all’antico verbo “bollire, bollire, desiderio appassionato”. Pertanto, nella notte di Kupala, i falò bruciano. Si credeva che più alto salti oltre il fuoco, più ricco sarà il raccolto di grano e lino.

Ai vecchi tempi, le persone si sentivano strettamente connesse con la natura e cercavano di portare e per le loro vite ciò che è accaduto in giro

Ma non solo per questi falò bruciati. Il fuoco ha contribuito a scacciare gli spiriti maligni, che, come nel periodo dei santi invernali, quando il sole passa anche il punto di svolta nel suo cerchio, era particolarmente attivo.

Da dove viene la tradizione del bagno? È venuta con una nuova religione. La vacanza cristiana della Natività di Giovanni Battista (7 luglio) coincise con il anitawiegele.com festival di Kupala e gradualmente due tradizioni si fondono in una sola.

Giovanni Battista è associato al battesimo del battesimo e una tripla immersione in acqua. In connessione con i rituali pagani, la vacanza della natività di Giovanni Battista divenne il giorno di Ivan Kupala e il nome “Kupala” iniziò gradualmente a significare per la persona russa non “bollente”, ma “nuoto”. Ecco la risposta.

Competizione t -shirts

L’erotismo enfatizzato, il comportamento violento e libero dei giovani nelle vacanze di Ivan Kupala merita una conversazione separata. In breve, ai vecchi tempi la gente si sentiva strettamente connessa con la natura e cercavano di portare e per le loro vite ciò che è accaduto in giro. La natura è in primo piano? Devi prestare attenzione alle tue “prestazioni”. Quindi si sono girati.

Sebbene ci fosse un gioco abbastanza “decente” (ma ancora mirato alla performance). Ad esempio, “Game in the Water”: Nella notte di Kupala, i ragazzi hanno inseguito l’acqua per le ragazze e che sarà possibile versare, che sarà una moglie. Sembra che sia stato molto divertente. E, a quanto pare, a quei tempi il gioco era ben completato dalla vita.

Penso che ora non siamo abbastanza e saltiamo attraverso i falò, e costiamo con acqua e sentimenti di unità con la natura. Ma può sempre essere cambiato. Inoltre, in tutte le arti, ci sono spesso vacanze popolari vicino a grandi città. E quando, se non in estate, per padroneggiare nuove rotte? Dopotutto, noi, a differenza degli antenati, non siamo legati alla sofferenza e al pesante lavoro fisico. Suggerisco di usarlo!